Zio Al.

19 Ott

Il mio zio adottivo Al è nato negli anni ’50.

All’epoca non erano visti di buon occhio i travestiti che amavano accoppiarsi con pupazzi di peluche e bambolotti gonfiabili, poi sono arrivati i favolosi anni ’60 e tutto è cambiato.

Dopo la parentesi più nera della sua vita, in cui ha cercato inutilmente di riabilitarsi agli occhi della famiglia abbracciando il buddismo di Nichiren Daishonin negli anni ’80-’90, ha realizzato il sogno di aprire un soft-porno shop ad Amburgo, dove adesca ragazzini timidi vendendo Pokemon in cambio di lecca-lecca usati.

Presto pubblicherà la sua biografia e lo potrete vedere ospite da Barbara D’Urso e come opinionista ggiovane a Extra-Factor, al posto di questo qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: